Crea sito

Alimentazione. Equilibrata e funzionale.

L’alimentazione di un cavallo deve essere equilibrata e funzionale al lavoro che svolge.

Se un cavallo vive al paddock e non lavora, l’erba disponibile durante le stagioni calde gli sarà sufficiente, in inverno invece gli basterà solo il fieno. Se invece il cavallo viene viene montato regolarmente, avrà bisogno di cereali e mangimi concentrati che integrino il suo fabbisogno di carboidrati, proteine, grassi, fibre, vitamine e minerali.

Il cavallo che vive in box invece, dovrà avere sempre a disposizione del fieno, perchè brucare e masticare molte ore rende la sua vita in cattività quanto più simile a quella che condurrebbe in natura. Infatti i cavalli passano la maggior parte del loro tempo a pascolare, poichè il loro apparato digerente è conformato in modo da essere sempre in movimento. Oltre al fieno il cavallo avrà bisogno di mangimi concentrati, nelle quantità idonee alle sue dimensioni e al tipo di attività che svolge.

L’ideale è farlo mangiare spesso, dividendo la quantità totale della sua alimentazione quotidiana. Ad esempio si può suddividere la dieta in 3 razioni di fieno e 3 di mangime, alternandole e seguendo la stessa routine ogni giorno. E’ importante comunque garantire minimo 3 pasti al giorno e sempre negli stessi orari. Se il cavallo non mangia erba fresca, dargli spesso mele e carote compenserà il fabbisogno di vitamine e minerali e lo renderà molto felice, visto che i cavalli adorano la frutta.

I principali alimenti per il cavallo, oltre a erba e fieno sono:

  • fioccati a base di cereali, cioè mais, orzo, frumento, avena, segale,…
  • mangimi pellettati, composti da ingredienti a scelta
  • farine di cereali, da mescolare al mangime
  • verdure e frutta, oltre ad essere una piacevole leccornia contengono molte vitamine e minerali

In estate è bene appendere al box dei rulli di sale che il cavallo leccherà per soddisfare la carenza di sali minerali data dalla disidratazione per il sudore. Esperti consigliano inoltre di somministrare i mangimi dopo averli lasciati a bagno nell’acqua per una notte intera, in modo da idratare adeguatamente il cavallo nei mesi caldi.

In generale, non si deve montare il cavallo subito dopo mangiato e non bisogna cambiare la sua alimentazione all’improvviso, ma gradatamente per scongiurare il pericolo coliche. Bisogna inoltre tenere puliti la mangiatoia e l’attrezzatura con cui somministriamo la razione.