Crea sito

L’uso delle coperte e la tosatura

Le coperte vengono fatte indossare al cavallo con lo scopo di mantenerlo al caldo, evitando che si raffreddi e anche per tenerlo pulito più a lungo. Le coperte estive in cotone servono anche per proteggere il cavallo da punture di insetti che potrebbero scatenare reazioni allergiche.

Le coperte pesanti, solitamente in piumino, servono a riscaldare il cavallo in inverno quando la temperatura è molto fredda, in box o al paddock. Quelle leggere, in canapa o in cotone, riscaldano il cavallo durante le stagioni più miti o durante la notte, in box o al paddock. Le coperte in rete vengono messe al cavallo soprattutto in estate, per proteggerlo dagli insetti, senza farlo sudare. I pile servono ad asciugare il cavallo dopo il lavoro. Esistono poi coperte da viaggio per proteggere il cavallo durante i trasporti; o coperte scaldareni da mettere sotto la sella durante il lavoro.

E’ consigliabile togliere la coperta ai cavalli appena prima il lavoro e rimettergliela appena rientrano in scuderia, per evitare che si raffreddino. E’ opportuno, per evitare che il sudore ristagni, garantire la circolazione dell’aria lungo il corpo del cavallo, ad esempio mettendo della paglia asciutta tra la coperta e il dorso. Mai lasciare addosso al cavallo una coperta bagnata; dopo il lavoro utilizziamo un pile e, una volta che il cavallo si è asciugato, mettiamogli una coperta normale per il box.

Solitamente le coperte vengono utilizzate in inverno, quando il cavallo mette il folto manto invernale. Per poter lavorare il cavallo evitando che il sudore ristagni, è pratica comune tosarlo, togliendogli così la protezione naturale contro il freddo. Per sopperire a questo inconveniente si utilizzano così le coperte in scuderia o al paddock.

La tosatura è una pratica comune per i cavalli che lavorano molto e che quindi sudano molto; questi cavalli vengono tenuti perennemente tosati in modo tale da agevolare le operazioni di pulizia ed asciugatura e per esigenze estetiche. Ad un cavallo che non suda molto e che vive al paddock tutto l’anno non bisognerà, invece, rimuovere il pelo invernale poichè gli farà da protezione al freddo, si potrà invece tosarlo in primavera per alleggerirlo dal caldo.

L’operazione di tosatura è bene che venga sempre eseguita da una persona esperta, mentre un aiutante mantiene il cavallo fermo e lo tranquillizza. L’operazione va ripetuta ogni 2 – 3 mesi, tempo in cui il pelo ricresce completamente. La tosatura può essere completa o parziale, a seconda delle esigenze di lavoro, estetiche o tradizionali.

Risultati immagini per cavalli tipi di tosatura parziale